sabato 28 maggio 2016

Cantine Pepi, vino Eore

Carissime, vi ho già parlato di questa azienda femminile siciliana e dei loro vini.


La volta precedente vi ho narrato di Signatura, un vino rosato delizioso, vincitore di un importante premio internazionale. Trovate il post con la ricetta qui. Come per ogni vino, anche qui c'è una storia raccontata dall'etichetta. Nel precedente era la mano come segno di lavoro e di unione, per questo invece il richiamo è al mito di Dionisio e delle Menadi, dee che altalenando proteggevano i raccolti. Questo vino non è ancora presente sul sito, e quindi ve lo illustro in anteprima, ricordandovi che tramite l'iscrizione alla pagina Segreti di Vignaiole, inserendo il coupon "Mammaqualunque" potrete accedere a moltissimi vantaggi tra cui appunto la possibilità di acquisti esclusivi. 
Il 60% di Nero d'Avola e il 40% di Frappato creano questo vino dagli aromi floreali, rosso ciliegia, gustoso al palato. Ideale a circa 16-18° per accompagnare formaggi, arrosti, stufati, ha una gradazione alcolica di 13,5%. Il Cerasuolo di Vittoria è il primo vino siciliano ad ottenere la certificazione DOCG, e già questo ci fa capire quanto è prezioso. 
Io l'ho abbinato a bruschette con crema di melanzane, spezzatino alla cacciatora e fagioli corallo in umido, una cena completa in cui il vino rosso la fa da padrone.


Per la crema: cuocere le melanzane nel forno caldo finché diventano morbide, spellarle, frullarle insieme a cipolla, olio e sale, se volete un po' di peperoncino o spezie varie.
I fagioli corallo li ho cotti direttamente in padella dopo averli lavati, con aggiunta di olio, sale e pomodoro.


Mio marito ha tenuto a dirmi che, contrariamente a quanto a volte gli succede, questo vino rosso non gli ha dato disturbi: niente mal di testa, niente ritorno della psoriasi, niente sonnolenza. Un punto a favore, decisamente!
Un abbraccio a voi, e sempre buon appetito.
Giada
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

sei il visitatore n.