sabato 10 ottobre 2015

Adozione a distanza: ecco Jean.

Carissime, nulla come l'adozione a distanza smentisce il detto "lontano dagli occhi, lontano dal cuore". Ci sono amori che pur essendo fisicamente lontani, occupano tenacemente un angolo di cuore. Voglio parlarvi della mia esperienza.
Alcune già sanno che da tanto tempo faccio parte di un'associazione, una comunità cristiana presente in tanti paesi del mondo, che si occupa di varie cose tra cui anche il servizio ai più poveri della terra. Tramite questa comunità ho preso, 17 anni fa, la mia prima bimba in adozione a distanza.


Era da poco nato mio figlio, ed ho pensato che il regalo più bello che potessi fargli era la condivisione, insegnargli a pensare fin da piccolo a guardare oltre la porta di casa nostra.
Abbiamo adottato Allama, una bimba della Costa d'Avorio, che all'epoca aveva un anno, e viveva in carcere con la mamma che era in attesa di processo per aver rubato qualche frutto. In questi anni, il nostro piccolo contributo ha permesso a questa figlia lontana di iscriversi all'anagrafe e poter andare a scuola, di guarire dalle malattie che ha avuto, di poter scegliere di non sposarsi giovanissima, di non finire in istituto alla morte di entrambi i genitori, e di avviare con la nonna una piccola attività che ora le permette di vivere in maniera autonoma e guadagnarsi la vita. Ora che lei è grande, cede il suo posto a questo nuovo piccolino, del suo stesso paese, stessa città.


Jean ha 6 anni, è orfano di padre, vive con la mamma in una bidonville senza acqua né luce. Ha iniziato la prima elementare, gli piace giocare a calcio, e anche se dalla faccia non si direbbe è un bambino timido e tranquillo. Le condizioni di vita lo rendono fragile, spesso ha attacchi di malaria che minano la sua salute. Le persone della Comunità del luogo lo seguono costantemente per garantirgli controlli medici e tutto il necessario per crescere bene, ed in questo li aiuto io con il mio versamento mensile.
E veniamo ai dati: la mia quota, 26 euro al mese, serve a garantirgli cibo, cure, scuola ed infanzia serena. Il versamento può essere fatto mensilmente, ma anche con altre scadenze ed anche online. Ogni 6 mesi, ricevo un aggiornamento del mio bimbo, con foto che ne documentano la crescita. 
Se volete valutare la possibilità di fare lo stesso, potete collegarvi ad Adozioni a Distanza, dove trovate queste e moltissime altre informazioni.
Non vi dico che è un'associazione di cui mi fido ciecamente perché credo si capisca anche dalla mia semplice esperienza. Vi dico solo che ogni centesimo donato arriva ai destinatari, e che tutte le persone che si occupano di questo sono volontari. Guardare le foto della mia bimba e vederla crescere in questi anni è stata un'emozione intensa, a cui si affiancherà ora quest'altra. Credo che sia vero che chi salva una vita salva il mondo intero, ma ancora di più che ciò che si riceve è infinitamente di più di ciò che si da.
Un abbraccio a tutte, affettuosamente.
Giada
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...